Posted on

Aprile dolce dormire_I parte

La primavera fa capolino, il sole entra nelle nostre case portando in tutti noi uno stato di benessere ed il desiderio di uscire, l’esposizione ai raggi solari stimola il rilascio di serotonina, il più potente antidepressivo prodotto dall’organismo e di melatonina, indispensabile regolatore del ritmo sonno veglia, oltre a stimolare il rilascio di endorfine.

I raggi solari attivano la vitamina D, utile per l’assorbimento di calcio nelle ossa e stimolano la secrezione degli ormoni sessuali, in particolar modo progesterone, estrogeni e testosterone.

Arriva anche l’ora legale che scombussola il nostro orologio biologico interno, il quale è ancora sincronizzato con le condizioni invernali e necessita del giusto tempo per trovare il nuovo equilibrio.
Molti di noi infatti percepiscono senso di stanchezza, difficoltà a sostenere i ritmi della giornata, apatia, difficoltà di concentrazione, mal di testa, problemi digestivi, insonnia, irritabilità e sbalzi di umore.

In primavera ci muoviamo di più e aumenta il nostro metabolismo basale grazie alla serotonina facendoci consumare più calorie.
Per aiutare il nostro organismo a fronteggiare tutto questo abbiamo bisogno di più nutrienti, nutrienti giusti.

Il primo passo sarà migliorare le abitudini a tavola.
Evitiamo le pietanze ipercaloriche e riduciamo il consumo di alimenti ricchi di grassi e zuccheri.
Cuciniamo piatti leggeri con cibi di stagione e colorati.

Iniziamo la giornata con i giusti nutrienti, cereali integrali, frutta fresca, frutta secca, yogurt e miele.
Facciamo un pranzo in cui la verdura di stagione ed i cereali non dovranno mai mancare.
Ceniamo presto con minestre ed un secondo proteico, consumiamo frutta di stagione come spuntino.

Respiriamo. La respirazione può essere di grande aiuto in tutte le fasi della vita in cui siamo in difficoltà o semplicemente stanchi.
L’ideale è fare delle respirazioni energizzanti attraverso le narici muovendo il torace controllando inspirazione 3 secondi e per l’espirazione 3,4, secondi.
Ripetere 3 volte per più volte al giorno. In questo modo si attiva il sistema nervoso simpatico che è rivitalizzante.

Beviamo molto. In primavera l’apporto di liquidi è particolarmente importante.
E’ raccomandabile bere quotidianamente 1,5 l di acqua oligominerale a temperatura ambiente.
Inoltre sono consigliabili infusi a base di foglie come il tè oppure infusi a base di fiori come il tiglio e succhi di frutta o centrifugati di frutta e verdura di stagione.

Dormiamo a lungo al fine di aiutare l’organismo a ripristinare le energie necessarie per i processi di rinnovamento.

autore: dott.sa Stefania Pietra

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva